Opportunità: si creano o si trovano?

Pubblicato il 14/04/2012 da Ramon in Fare Impresa
Opportunità: si creano o si trovano?

Credo fermamente che in questo esatto momento ci sia un'opportunità che attende di essere colta, in ogni angolo del mondo, nonostante anche questa settimana non sia stata portatrice di "buone nuove" nel mercato del lavoro, delle imprese, dell'economia e della politica. Giusto per riassumere i tormentoni di questi giorni: - Dimissioni di Bossi e successive - Borsa sotto attacco e sale lo spread - Indagato Vendola - Fornero e gli "esodati" - Lusi: altri 13 milioni sospetti - BCE: Allarme occupazione - Scandalo calcio scommesse, pagamenti a escort, maxiconcorso con 300.000 richieste per meno di 2.000 posti di lavoro, morti, feriti, NO TAV, bollette in aumento, il rallentamento dell'economia cinese - E ancora... imprenditori suicidi, lo spesometro, il caos IMU, Minetti e Nilde Iotti, il Titanic, salumiere ucciso per 300 euro, tornano i ladri di galline e, come disse Woody Allen:"Dio è morto, Marx è morto ed anche io, oggi, non sto molto bene". Tutto questo è successo attorno a noi nelle ultime ore, al di la della nostra quotidianità di imprenditori, studenti, casalinghe, professionisti o artisti, e unito alla nostra individualità di esseri umani, non per ultimo il nostro essere padri, mariti, mogli, madri, sorelle, zie, vicini di casa, clienti, figli. Ma va davvero tutto così male? Possibile che non ci sia una via di fuga? Facciamo quello che ci è dato fare per migliorare le cose o crediamo che semplicemente lamentandoci, le cose andranno meglio? E' come se nella testa delle persone ci sia solo una parola, a caratteri cubitali stampati nero su bianco:"PROBLEMA". Questa parola riecheggia nelle conversazioni, generando una sfiducia generalizzata. A voi non capita? Anche ieri sera, davanti ad un caffè con un amico imprenditore, alla mia domanda:"Come va?", la risposta è stata:"Eh, dai. I clienti non pagano, la concorrenza continua ad abbassare i prezzi, le tasse aumentano, gli stipendi li devi comunque pagare. Se riusciremo a resistere..." Mi conosco; probabilmente lo guardavo con aria interrogativa, e negli occhi questa domanda:"Quindi cosa pensi di fare?", pensando allo stesso tempo cosa avrei fatto al posto suo. Nella mia testa è presente un concetto logico molto semplice, imparato alle scuole elementari:"Dato un problema, cerca la soluzione. Se non c'è soluzione, non è un problema".

Problema - Soluzione - Cambiamento

Il termine problema, così come viene usato, mi infastidisce. Mi indispone. Mi sembra che troppo spesso se ne abusi per legittimare un fallimento invece dipeso da noi, o a giustificare il nostro "Non fare", delegandogli nostre mancanze o utilizzandolo semplicemente come scusa. Sappiamo che i problemi ci saranno sempre, non ce ne possiamo sbarazzare. Si dice, anzi, che più sappiamo risolvere i problemi, più saremo pagati. Fate questa prova in Google. Cercate la frase:"Ho un problema" e segnatevi quante pagine sono state trovate. Mentre ora provate con la frase:"Cerco una soluzione" e confrontate il risultato con quello precedente. Vi dice nulla questa differenza? Ebbene, le aziende hanno problemi e non soluzioni? Oppure hanno soluzioni e ne sperimentano di nuove, ma non riescono a comunicarlo al loro mercato di riferimento? Questa è una grossa opportunità. Infatti, nonostante lo spread, la Fornero, le quote latte e le zucchine che aumentano sempre più, questa mattina ho dato ufficialmente incarico di aprire una nuova società che si occupa (uso il presente perchè abbiamo già acquisito dei clienti) proprio di trovare soluzioni, di aiutare le piccole medie imprese e le associazioni ad essere più visibili, in nuovi modi, con nuovi canali ed in nuovi mercati, sapendo che facendo le "solite cose" si ottengono i soliti risultati. Le statistiche dicono che entro 5 anni chiudono 1 azienda su 2. Bene, mi spiace per l'altra. Buona opportunità a tutti Ramon PS: A breve l'invito per la cerimonia di inaugurazione. PPS: Guardatevi questo video dove Massimo Troisi parla dei problemi di matematica: http://www.youtube.com/watch?v=C7TaibAXR0E

CONDIVIDI:

Questo articolo è stato scritto da Ramon

Ramon

Mi occupo di Comunicazione a forte vocazione commerciale, Web Marketing e adoro partorire "progetti". Ho creato due società: Verdelite, l'unica agenzia web in Italia specializzata in servizi per gli Ortoflorovivaisti e Kompresa, che offre servizi di consulenza per aziende che vogliono migliorare la loro comunicazione, fuori e dentro l'azienda, e che cercano un partner per lo sviluppo commerciale.

Commenta

comments powered by Disqus