Facebook per le aziende: perché creare pagine aziendali e non profili

L'importanza dei social per le aziende

Facebook per le aziende: perché creare pagine aziendali e non profili

Creare una pagina Facebook per il business della tua azienda non significa solo adeguarsi ad una moderna tendenza o aggiungere un'attività quotidiana ad una lista già lunga ed articolata di operazioni di marketing aziendale da svolgere. Gli imprenditori lungimiranti, che da mesi hanno già scelto di investire il proprio tempo e le proprie risorse interne per gestire la presenza istituzionale dell'impresa su Facebook, hanno già capito quali enormi potenzialità di business offra Facebook per le aziende e come è possibile utilizzarlo per rafforzare i profitti dell'impresa gratuitamente o, comunque, a costi ridottissimi. 

Per gli imprenditori che ancora non fossero entrati a far parte del mondo di Facebook per le aziende e che vogliono restare al passo con i tempi, è bene partire da zero e fare alcune utili precisazioni, a cominciare dalla differenza fra "profilo Facebook" e "pagina Facebook".

Il profilo personale e la Fan Page sono stati pensati da Facebook con obiettivi e finalità molto differenti tra loro: l'intento del social network, infatti, è quello di offrire alla persona e all'azienda servizi ed opzioni diverse e, nel contempo, utili a rispondere alle esigenze di entrambi. 

L'idea di base è quella di offrire profili personali alle persone che vogliono accedere a Facebook come privati, e pagine aziendali, alle aziende che hanno la necessità di ritagliarsi uno spazio istituzionale all'interno del social network. Anche se l'opportunità della pagina aziendale è presente già da anni, sono ancora molte le aziende che ad oggi, sbagliando, ricorrono al profilo personale.

Perché creare pagine aziendali e non profili

I motivi per cui un'azienda deve scegliere la pagina aziendale invece del profilo privato sono molti e vanno considerati attentamente.

Selezionare il proprio pubblico

Creando una pagina aziendale in luogo di un profilo personale un'azienda ha l'opportunità di crearsi un segmento di pubblico ben definito. Per farsi seguire con un semplice profilo è essenziale chiedere o accettare l'amicizia di altri utenti. Con la pagina Facebook per le aziende saranno i potenziali interessati ad unirsi per seguire le attività aziendali.

Usufruire di strumenti efficaci

La pagina Facebook aziendale offre un'infinità di strumenti di utilizzo che il semplice profilo non ha. Basti pensare a:

  • Strumenti di informazione sulle attività e gli orari aziendali;
  • Strumenti per la tutela della privacy;
  • Opzioni per il controllo delle statistiche;
  • Possibilità di programmare la pubblicazione dei post;
  • Strumenti per creare e gestire le proprie campagne marketing. 

ll profilo personale, ad esempio, non permette di vedere le statistiche relative all'accesso degli utenti, mentre la pagina di Facebook per aziende dispone di statistiche  "insight", che definiscono un quadro preciso della vita della nostra pagina, dell'attività e delle interazioni dei fan e del loro apprezzamento.

Ottenere un migliore posizionamento sui motori di ricerca

Non tutti lo sanno, ma collegare al proprio sito aziendale una pagina Facebook per le aziende contribuisce ad ottenere una migliore indicizzazione da parte dei motori di ricerca, con la possibilità, quindi, di ritrovarsi con entrambi in buona posizione nei risultati di ricerca.

Visibilità costante

Il profilo personale non è visibile agli utenti che non sono loggati a Facebook, in quanto la visibilità di un profilo dipende dall'esistenza di un "rapporto di amicizia", ovviamente di natura virtuale, stabilito tra gli utenti su Facebook. Per esempio se Luca è amico di Paolo, ciascuno dei due può vedere ciò che pubblica l'altro. L’unica maniera che Facebook ha per capire se una persona è o meno amica di un profilo, è quella di identificare la persona dopo il login. Questo vale anche nell'eventualità che il profilo sia pubblico o "aperto".

La pagina pensata da Facebook per le aziende è sempre visibile, anche da chi non possiede i dati di login per accedere a Facebook. Questa, almeno, è la situazione standard, poi, chi lo desidera può mettere dei paletti rendendo la pagina visibile solo dopo che l’utente si è connesso a Facebook, ad esempio pagina visibile solo agli over 18 oppure pagina non visibile da alcuni Paesi. 

Per la comunicazione aziendale è molto importante rimuovere qualsiasi barriera per permettere a tutti di vedere i nostri contenuti. Tutti devono poter vedere la pagina Facebook per aziende.

Nessun limite di Fan

Il profilo personale ha un limite di massimo 5mila amici. La pagina Facebook per aziende non ha limiti di fan.

È importante anche porre l'accento sulla differenza fra "amici" e "fan". Il profilo personale ha gli "amici", legati tra loro da un rapporto "bidirezionale" reciproco. Se l'azienda avesse un profilo personale e, dunque, degli amici, il signor Bianchi, per fare un esempio, potrebbe vedere i contenuti relativi a quell'impresa solo chiedendo un'amicizia, con lo svantaggio della mancanza di estemporaneità e di immediatezza nel reperimento dell'informazione. 

La pagina ha i fan, non gli amici. Il rapporto non è bidirezionale, ma unidirezionale, ossia il fan, cliccando sul tasto MI PIACE nella pagina aziendale che intende seguire, riceverà gli aggiornamenti della stessa direttamente nella sezione "Notizie" quotidiana, senza dover condividere le informazioni relative al proprio profilo personale.

Per un'azienda che vuole crearsi uno spazio su Facebook, è fondamentale, dunque, aprire sin da subito una pagina aziendale. Se, tuttavia, avete già aperto un profilo personale per la vostra azienda, non preoccupatevi: Facebook offre la possibilità di trasformare il profilo in pagina aziendale in qualsiasi momento, senza dover creare un ulteriore profilo. Se volete sapere come effettuare questa "trasmigrazione" e non siete pratichi del social network, contattate me o un altro membro dello staff di Kompresa: mi occuperò per voi di tutto ciò che riguarda la gestione dei contenuti aziendali su Facebook e l'analisi giornaliera delle statistiche di utilizzo da parte degli utenti. 

CONDIVIDI:

Questo articolo è stato scritto da Simona

Simona

Sono Copywriter e, sin da bambina, la mia passione è Scrivere. Ho appreso le più moderne tecniche di Content marketing sul campo, lavorando presso agenzie web. Col tempo ho perfezionato la mia conoscenza del SEO e dell'indicizzazione delle parole chiave nei motori di ricerca, aiutando le aziende a posizionarsi sempre tra le prime posizioni per il proprio settore commerciale. Sono specializzata in Seo copywriting, Realizzazione di testi per Siti Web e Blog, Article Marketing,Redazione di comunicati stampa e Creazione di Campagne Pay per Click e di testi per campagne pubblicitarie persuasive ed efficaci.

Commenta

comments powered by Disqus